Più bassa di un alto colle, ma piuttosto elevata rispetto alla campagna circostante, con notevole giro, dolcemente si gonfia un'altura ricca di acqua bollente; dovunque l'acqua scava caverne, l'acqua che sgorga dal fuoco.
Claudio Claudiano, “Aponus” (IV secolo d.C.)

Torna alle destinazioni

l'Italia di Amandatour

Vista dal Monte Ricco, Colli Euganei (Veneto)

Formidabile risultato di fenomeni vulcanici risalenti a oltre 30 milioni di anni fa, i Colli Euganei sono un comprensorio di rilievi di diverse forme e altezze formati da rocce di basalto e trachite.

Si estendono per quasi 20.000 ettari in Pianura Padana, tra le province di Padova e Vicenza. L’altitudine dei rilievi va dai 62 metri di Frassanelle ai 601 metri del Monte Venda.

Il territorio è tutelato dal Parco regionale dei Colli Euganei, istituito nel 1989, e comprende 15 comuni, ricchi di storia, tradizioni e prodotti tipici.

 

 

ABANO TERME

Località termale tra le più importanti al mondo, ogni anno accoglie oltre 250.000 visitatori. Le sue acque curative arrivano dalle Alpi: scorrono sotto terra per circa 100 chilometri, fino ad una profondità di oltre 3.000 metri, e sgorgano a una temperatura di quasi 90° nella zona di Poggio di Montirone. Durante questo percorso le acque raggiungono in alcuni tratti temperature di 200°C, raffreddandosi poi nella risalita verso il suolo fino a 87°C. Inoltre si arricchiscono di sali minerali fondamentali per la produzione delle particolari microflore con cui vengono lavorati i famosissimi fanghi di Abano Terme.

Monumento a Cristoforo Colombo di Paolo Boldrin, Abano Terme (Padova)

 

 

ARQUÀ PETRARCA

Fu qui che il celebre poeta toscano Francesco Petrarca di trascorrere gli ultimi anni della sua vita. Da quel momento la fama di Arquà è stata indissolubilmente legata alla figura del Petrarca, la cui casa e il cui monumento funebre sono ancor oggi meta di pellegrinaggi letterari e visite culturali. Inoltre: la bellezza e la suggestione del centro storico del paesino lo hanno “Borghi più belli d’Italia” mentre la valorizzazione dei prodotti locali, come l’eccellente olio d’oliva, gli ha permesso di diventare destinazione di un turismo enogastronomico di altissima qualità.

Arquà Petrarca

 

 

BAONE

Cittadina tranquilla, attorniata da splendide chiese e ville, come Villa Mantua Benavides, Villa Ca’ Borini, Villa Ca’ Orologio, Villa Ca’ Barbaro e Villa Beatrice d’Este. Il territorio che la circonda è prevalentemente collinare, caratterizzato dalla presenza di numerose attività agricole e vitivinicole. Baone è conosciuta inoltre per il suo ottimo vino, per le sue tante varietà di miele, per l’olio e per la produzione di piselli. Ogni anno, a fine maggio di  viene organizzata la sempre più frequentata “Festa dei Bisi”.

Le colline di Baone (Padova)

 

 

BATTAGLIA TERME

Deve la sua importanza ai corsi d’acqua che la attraversano e alla presenza dell’unica grotta termale naturale dell’area euganea.  Sfruttando la presenza dei canali Battaglia, Bisatto e Vingenzone la cittadina è stata centro di intense attività commerciali. Le testimonianze dei mestieri protagonisti del passato produttivo della zona sono raccolte nel Museo della Navigazione Fluviale. Di notevole interesse il Castello del Catajo e Villa Selvatico Sartori, preziosi edifici ricchi di storia e cultura. Di grande valore naturalistico il percorso “Ferro di Cavallo”, un sentiero che si snoda tra la pianura e i colli del Monte Ceva.

Castello del Catajo, Battaglia Terme (Padova)

 

 

CERVARESE SANTA CROCE

Si trova tra boschi rigogliosi e importanti corsi d’acqua. Ha una lunga storia da raccontare e numerose bellezze naturali architettoniche da mostrare. La sua ricchezza in passato era legata al commercio del legname e della trachite estratta dai vicini colli. Attualmente l’economia si basa principalmente sulla presenza di numerosi laboratori di pellicceria. Da non perdere il Castello di San Martino, la cui imponente torre risale all’epoca longobarda.

Castello di San Martino, Cervarese Santa Croce (Padova)

 

 

CINTO EUGANEO

Il paese si è sviluppato attorno all’antica Chiesa di Santa Maria Assunta, la cui presenza è attestata fin dal X secolo e che venne eretta sul luogo dove si trovava una torre medievale, di cui si possono scorgere ancor oggi le tracce osservando la base del campanile.Un’importante attrattiva della località è la fornace di Cava di Bomba, eccezionale esempio di archeologia industriale, oggi sede di un museo geopaleontologico che raccoglie una ricca collezione di fossili provenienti dai Colli Euganei e dal resto del mondo.

La fornace non più in attività Cava Bomba, Cinto Euganeo (Padova)

 

 

ESTE

Circondata da un’imponente cinta muraria intervallata da torri, ha una storia lunga tremila anni, come testimoniano i reperti archeologici conservati al Museo Nazionale Atestino. La principale eccellenza artigianale di Este è ancora oggi la produzione della ceramica, la cui tradizione millenaria risale alla nascita della città e, nel corso del tempo, ha raggiunto livelli altissimi di tecnica e stile.

Il Castello Carrarese, Este (Padova)

 

 

GALZIGNANO TERME

Comprende ampie zone boschive ed è costituito da nuclei abitativi tipicamente rurali. Le ordinate coltivazioni agricole si inseriscono armoniosamente in una natura che appare ancora incontaminata. Da non perdere Villa Barbarigo Pizzoni Ardemani, situata nella frazione di Valsanzibio, rinomata per lo straordinario giardino barocco che si estende su una superficie di circa 15 ettari. Progettato dal famoso architetto Luigi Bernini, il parco è ricco di fontane, sculture e alberi secolari.

Villa Barbarigo, Valsanzibio di Galzignano Terme (Padova)

 

 

LOZZO ATESINO

Territorio di confine con la provincia di Vicenza, è caratterizzato da un’ampia area pianeggiante ricca di corsi d’acqua. A partire dall’XI secolo, grazie alla sua posizione strategica, divenne un importante caposaldo del sistema difensivo padovano, di cui è ancora oggi testimone il Castello di Valbona. La magnifica Villa Lando-Correr è l’emblema del dominio economico e rurale di questo territorio da parte dei veneziani fino alla fine del ‘700.

Villa Lando-Correr, Lozzo Atesino (Padova)

 

 

MONSELICE

Situato tra le pendici di due colli, quello della Rocca (chiamato anticamente Mons silicis) e il monte Ricco, è una cittadina molto vivace dal punto di vista culturale e di intrattenimento. Da 11 anni, nel mese di giugno, viene organizzato l’ETNOFILMfest, una seguitissima mostra di cinema documentario etnografico. Dal 2006 è sede del Veneto 9s, torneo di Rugby League al quale partecipano diverse nazionali da tutto il mondo. Dal 1971 è stato istituito l’Importante Premio nazionale Monselice per la traduzione, vinto nel corso del tempo da intellettuali come Giorgio Caproni, Vittorio Sereni e Fernanda Pivano.

Monselice (Padova)

 

 

MONTEGROTTO TERME

Fa parte del complesso termale più importante d’Europa, le Terme Euganee. In passato la località si chiamava San Pietro Montagnon: solo nel 1934 ha assunto l’attuale denominazione che deriva dal latino Mons Aegrotorum (collina dei malati), con riferimento all’uso terapeutico che fin dall’antichità si è fatto delle sue sorgenti di acqua calda. A Montegrotto si trova il primo museo italiano di farfalle vive, la Butterfly Arc o Casa delle Farfalle, che accoglie numerosi esemplari provenienti da tutto il mondo e che è collegata al Bosco delle Fate, un percorso dove ad ogni pianta è associata una favola o una leggenda.

Tunnel nella piscina “Deep joy”, la più profonda del mondo, Montegrotto Terme (Padova)

 

 

ROVOLON

Si trova sul versante nord occidentale dei Colli Euganei , al confine con la provincia di Vicenza. Sorge in posizione sopraelevata tra il Monte Grande e il Monte della Madonna. Fu assoggettato nel ‘300 ai Carraresi di Padova e poi fece parte della Repubblica di Venezia.

Rovolon (Padova)

 

 

TEOLO

Si sviluppa su un terriorio molto esteso. Il borgo più antico di Teolo si trova su un’altura tra il Monte Venda, il più alto degli Euganei, e il Monte della Madonna. È ricordato come probabile luogo di nascita del celebre storico latino Tito Livio. Il percorso naturalistico del Monte della Madonna, su cui si trova dal ‘500 un santuario dedicato alla Vergine, permette agli escursionisti di godere appieno delle bellezze circostanti. Da non perdere l’Abbazia di Praglia, costruita nel XI secolo e rifatta alla fine del XV secolo su disegno di Tullio Lombardo: vi abitano ancora oggi monaci benedettini impegnati nel restauro di manoscritti e libri antichi.

Abbazia di Praglia, Teolo (Padova)

 

 

TORREGLIA

Ha dato i natali al celebre letterato e latinista Jacopo Facciolati (1682-1769) e tanti altri illustri personaggi vi hanno soggiornato, attirati dal clima salubre e dalla bellezza del paesaggio, come ad esempio l’abate Giuseppe Barbieri (1774-1852), il linguista Niccolò Tommaseo (1802-1874) e il musicista Cesare Pollini (1858-1912). Nei primi del ‘900, grazie al notevole incremento del turismo verso i Colli Euganei, giunse a Torreglia il primo tram elettrico che collegava il paese con Padova. Da assaggiare il piatto tradizionale per eccellenza, il torresano (il colombo che nidifica nelle torri), gli ottimi vini locali e il maraschino, tipico liquore a base di ciliegie marasche

Villa dei Vescovi, Torreglia (Padova)

 

 

VO’ EUGANEO

Si estende dal versante ovest dei Colli Euganei lungo il monte Venda, considerato il più alto di tutta la zona, fino alle rive del canale Bisatto. Il comune di Vo’ detiene, insieme ad altri quattro comuni, il record del nome di comune italiano più corto. Gli altri comuni sono: Ne (GE), Re (VB), Lu (AL) e Ro (FE).

Vo’ Euganeo (Padova)

 

condividi su
Facebook Twitter

explore

Scopri nuove mete, nuovi viaggi.

Esplora la mappa e ricerca I tour di Amanda, articoli, itinerari, blog.



resta aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter e resta aggiornato sulle novità