Acquistare casa a un euro in uno dei borghi più belli d’Italia. Sembra uno scherzo invece è pura realtà. È possibile farlo a Sambuca, paesino dell’entroterra agrigentino circondato da boschi e colline nella Valle del Belice.

La cittadina è stata fondata dagli Arabi prima dell’anno 1000 e conserva gloriose testimonianze di un passato che ha visto tanti stili architettonici intrecciarsi e fondersi. Il centro storico è realizzato su modello islamico e fa da contraltare alle facciate barocche delle chiese e ai palazzi del diciannovesimo secolo.

La cittadina di Sambuca (Agrigento)

 

Sambuca, proclamata nel 2016 “Borgo dei borghi”, soffre di un problema molto comune ai piccoli centri rurali: lo spopolamento. Da qui l’idea di mettere a disposizione a una cifra simbolica le case abbandonate, con l’obiettivo di ristrutturarle e far rinascere una comunità che sta via via scomparendo.

In pochi mesi sono state oltre 40mila le richieste arrivate da tutto il mondo per accaparrarsi una casetta al costo di un caffè. I più interessati si sono dimostrati gli stranieri, soprattutto svizzeri, tedeschi, francesi, inglesi e lituani.

“Ho appena ricevuto una telefonata da Dubai da parte di un gruppo di investitori arabi che si dicono disposti ad acquistare tutte le case in vendita” racconta il Vicesindaco e Assessore alla Cultura Giuseppe Cacioppo.

Vicoletti di Sambuca (Agrigento)

 

Chi formalizza l’acquisto ha l’obbligo di effettuare entro 3 anni lavori di ristrutturazione pari ad almeno 15.000 euro e di versare un deposito cauzionale di 5mila euro che verrà restituito a completamento dei lavori. Le case in vendita vanno dai 40 ai 150 mq.

L’iniziativa “Case a 1 euro” è stata lanciata nel 2010 dal critico d’arte Vittorio Sgarbi. La prima cittadina ad essere messa in vendita è stata Salemi, località arabo-medievale in provincia di Trapani di cui Sgarbi era allora sindaco.

Il vicesindaco Cacioppo ci tiene a precisare che Sambuca “al contrario di altri luoghi che hanno semplicemente fatto propaganda, possiede tutte le case che sono state messe in vendita a 1 euro. Non siamo intermediari tra vecchi e nuovi proprietari. Tu vuoi quella casa, noi te la diamo”.